"L'anno scorso ho scoperto la Finlandia; ho cominciato quest'anno scoprendo Firenze. Dopo tutto, è una questione di ordine alfabetico. Tutto ciò ben si addice alla mia nevrosi, che unisce ambizioni enciclopediche e manie rigorosamente metodiche. Prima della Giamaica dovrebbe venire la Francia" Giorgio Manganelli.
Le immagini e i commenti che qui si trovano non seguono un progetto o uno schema. Le immagini sono tratte da internet e funzionano da mere suggestioni. Ogni eventuale violazione di copyright è casuale e me ne scuso in anticipo.

venerdì 25 maggio 2012

Le discariche di Adriano



(Joel Peter Witkin, Melvin Burkhart Human Oddity)
























(Lucien Clergue, Money)







Questa mi pare l'epoca degli errori amministrativi, peggio ancora di quelli politici.Errori a livello internazionale che come in una piramide feudale si rovesciano verso le periferie, quali la nostra. 
La preoccupazione di compiacere degli stranieri incivili  (perche interessati solo a un'idea di progresso basata su speculazioni esagerate e su una pax economica di facciata) fa dimenticare altre questioni, diciamo interne alla nostra cultura.
La discarica da costruire vicino alla Villa Adriana pare un emblematico paradosso. Non importa  se il sito si presti alla bisogna. Bisogna semplicemente spostarsi altrove.
Magari l'Unesco che ha buttato fuori Dresda per un ponte sull'Elba potrebbe buttarci fuori per questa discarica...O ci pensiamo da noi ?

mercoledì 23 maggio 2012

Robert Kennedy. Discorso sul PIL. Original Speech (it sub.)



And this is one of the great tasks of leadership for us, as individuals and citizens this year.  But even if we act to erase material poverty, there is another greater task, it is to confront the poverty of satisfaction - purpose and dignity - that afflicts us all.  Too much and for too long, we seemed to have surrendered personal excellence and community values in the mere accumulation of material things.  Our Gross National Product, now, is over $800 billion dollars a year, but that Gross National Product - if we judge the United States of America by that - that Gross National Product counts air pollution and cigarette advertising, and ambulances to clear our highways of carnage.  It counts special locks for our doors and the jails for the people who break them.  It counts the destruction of the redwood and the loss of our natural wonder in chaotic sprawl.  It counts napalm and counts nuclear warheads and armored cars for the police to fight the riots in our cities.  It counts Whitman's rifle and Speck's knife, and the television programs which glorify violence in order to sell toys to our children.  Yet the gross national product does not allow for the health of our children, the quality of their education or the joy of their play.  It does not include the beauty of our poetry or the strength of our marriages, the intelligence of our public debate or the integrity of our public officials.  It measures neither our wit nor our courage, neither our wisdom nor our learning, neither our compassion nor our devotion to our country, it measures everything in short, except that which makes life worthwhile.  And it can tell us everything about America except why we are proud that we are Americans.

martedì 22 maggio 2012

bob kennedy's neo-classicism


























(photo by Edward Weston)


Let us dedicate ourselves to what the Greeks wrote so many years ago: to tame the savageness of man and make gentle the life of this world
(Robert Kennedy)


un quadro misterioso



















El Greco, La moglie giovane

ancora non sappiamo chi sia la ritrattata...certo una bellezza di classe

lunedì 21 maggio 2012

Natura Matrigna? Terremoti, alluvioni ecc.














(Wright of Derrby,Vesuvio)


 I recenti disastri in Italia (anche il terremoto emiliano) fanno pensare a questo fatto semplice. Come mai fenomeni sismici di pari intensità in altri paesi fanno pochi danni e qui uccidono e distruggono il nostro patrimonio?
Gli investimenti in questo settore potrebbero aiutare una ripresa economica e richiamare ditte o esperti stranieri?
Oppure aspettiamo il big one per affrontare la questione, dopo aver pianto ancora di più?

sabato 19 maggio 2012

un sabato di morte: i mostri sono intorno a noi e vanno decapitati















(benvenuto cellini, perseo e medusa, loggia della signoria, firenze)

martedì 15 maggio 2012

helmuth newton, Firenze S.Croce

una poesia di oscar hahn














( edward weston, tina modotti)

In una stazione del metrò

Sventurati quelli che hanno scorto
una ragazza nel metrò
e si sono innamorati di colpo
e l’hanno seguita impazziti
e l’hanno persa per sempre tra la folla
Perché saranno condannati
a vagare senza meta per le stazioni
e a piangere sulle canzoni d’amore
che i musicisti ambulanti intonano nei tunnel
E forse l’amore non è che questo:
una donna o un uomo che scende da un vagone
in una stazione del metrò
e brilla per pochi secondi
e si perde senza nome nella sera

(oscar hahn)

sabato 12 maggio 2012

martedì 8 maggio 2012

Freud collezionista

 Ho scoperto solo recentemente che S.Freud era un avido collezionista di sculture raffiguranti divinità classiche. egizie e orientali. Opere dal significato simbolico evidente. Queste immagini mi ricordano un famoso ritratto di Vivant Denon. Chissa...

pittura a lumi di notte 3



















el greco, ragazzo con tizzone

domenica 6 maggio 2012

riuscirà il giappone a liberarsi dal nucleare ? la paura fa 90
















photos by Yoshiyuki Iwase and  Araki



si sono legati con le loro stesse mani. hanno perso tempo prezioso e sono stati abbagliati dalla facile ricchezza. mentre l'occidentalizzazione ha aumentato tanta frustazione malsana. ma noi siamo in una situazione migliore? comunque la paura fa 90...

sabato 5 maggio 2012

pittura a lumi di notte 2














Joseph Wright of Derby, The Astronomer

venerdì 4 maggio 2012

pittura a lumi di notte














gerrit van honthorst, la mezzana

martedì 1 maggio 2012

macabro fiedler



















 la foto è di Franz Fiedler, Narre Tod Mein Spielgesell

festa dei lavoratori



















Jean-Francois Millet, Il seminatore, 1850
Il contadino in camicia rossa avanza come un guerriero sul campo di battaglia. Una sfida per chi non lavora...